Introduzione

Tutto è perfetto, fino a quando non si sente quel sibilo: il pneumatico è sgonfio. È un difetto minore, ma può rovinare l'intero viaggio se non si dispone di una camera d'aria di ricambio adeguata e degli strumenti necessari. Vi mostriamo cosa vi serve nel vostro bagaglio per essere preparati ad affrontare pneumatici sgonfi e altri problemi tecnici sulla strada.

Chiunque ami il ciclismo conosce questa situazione: Un problema apparentemente piccolo si trasforma in una vera e propria seccatura, tutto perché avete dimenticato un piccolo pezzo di ricambio o non avete gli strumenti giusti. Ciò che non è necessariamente un dramma durante una pedalata dopo il lavoro a casa, può rovinare l'intera vacanza durante il bikepacking. Nessuno ha davvero bisogno di ore di spinte, di continui sferragliamenti o di fastidiosi salti di marcia!

 

In questo articolo vi mostreremo di cosa avete bisogno in un "kit di riparazione di emergenza", in modo da essere preparati per i difetti più comuni. Non si tratta di portarsi dietro un'officina per biciclette completa. Nessuno di ciò che vi mostriamo qui è particolarmente pesante o ingombrante, quindi potete facilmente inserire il tutto in un piccolo "scomparto di emergenza" del vostro zaino o delle vostre borse da bikepacking. E anche se la maggior parte (o tutta) l'avete presa per niente: Se vi ritrovate con un difetto, sarete felici di essere preparati.

 

Quanto segue non riguarda il modo in cui risolvere i singoli difetti. Se non sapete come cambiare un tubo o regolare un'asta del cambio, ad esempio, troverete molti tutorial sul web. Vi forniremo invece consigli e idee per preparare il bagaglio sulla base delle nostre esperienze (in particolare del nostro viaggio in Scozia lungo l'itinerario NC500). Qui potete trovare una lista di imballaggio completa.

Tubo di ricambio e kit di riparazione tubeless

 

Uno dei guasti più comuni sulla strada è senza dubbio la foratura di uno pneumatico. Se si pedala con camere d'aria convenzionali, la causa è solitamente una "foratura". Ciò significa che il tubo viene schiacciato tra il cerchio e l'ostacolo da un colpo violento, ad esempio da una roccia appuntita, e viene danneggiato nel processo. Anche gli oggetti appuntiti, come spine o, più raramente, viti/chiodi/spilli, possono causare perdite d'aria.

 

La cosa positiva è che una gomma a terra non è poi così grave, a patto che siate preparati. Per rimettere rapidamente in strada un pneumatico sgonfio, è assolutamente necessaria una camera d'aria di scorta. A seconda della durata del viaggio e della natura del terreno, è possibile portare nel bagaglio qualche tubo di ricambio in più. Se volete risparmiare peso, potete investire in tubi in poliuretano costosi ma super compatti ed estremamente leggeri, come i tubi "Aerothan" di Schwalbe o i Tubolitos. Se non avete spazio nelle tasche, le vecchie toppe da bicicletta possono essere utilizzate in caso di necessità. Non pesano quasi nulla e fanno parte di ogni kit di emergenza per il bikepacking.

 

La riparazione di uno pneumatico tubeless è un po' più specializzata. La buona notizia è che una foratura è relativamente rara con un assetto tubeless. I fori più piccoli vengono solitamente chiusi e sigillati dal fluido sigillante del sistema tubeless. Solo se il pneumatico tubeless è gravemente danneggiato è necessario intervenire. Questo è abbastanza facile con gli speciali kit di patch per tubeless. Il foro viene sigillato con una sorta di tappo di gomma che, insieme al liquido sigillante, garantisce la tenuta del pneumatico. Se non serve, si può sempre inserire un tubo. Naturalmente, è importante avere con sé almeno una camera d'aria di scorta nonostante l'assetto tubeless.

 

Mini pompa, leve per pneumatici & Co

 

Per riparare un pneumatico sgonfio, sono indispensabili due strumenti: le leve per pneumatici (a seconda del pneumatico, è meglio averne almeno due) e una pompa. Dopo tutto, a cosa serve una camera d'aria di scorta se non si riesce a staccare il pneumatico dal cerchio? Per i pneumatici tubeless si consiglia di portare con sé una cartuccia di CO2, che rilascia bruscamente la pressione dell'aria nel pneumatico in modo che questo salti indietro nel cerchio. Sarà difficile farlo con i piccoli urti di una minipompa.
 

Minitool

 

Oggi esistono innumerevoli minitool, tutti ben studiati e, a seconda delle dimensioni, dotati di almeno gli strumenti più importanti per rimettere in sesto la bicicletta. Quasi tutti i minitool sono dotati delle più importanti chiavi a brugola e torx. Se avete bisogno di qualcosa di più grande, ci sono anche diverse chiavi ad anello, una pressa per rivetti a catena, chiavi per raggi e altre funzioni. A seconda del luogo in cui si viaggia e delle proprie capacità di meccanico, è opportuno portare in valigia un minitool con un numero relativamente elevato di funzioni.

 

Leatherman o coltello tascabile

 

Uno strumento multifunzionale come questo è estremamente utile di tanto in tanto, soprattutto in campeggio. Perché oltre agli attrezzi più importanti per la bicicletta, spesso bastano piccoli extra come una mini sega o una pinza per risolvere un problema importante. Tobi ne è convinto!
 

Cavo del cambio di ricambio

 

Un cavo del cambio di riserva non pesa quasi nulla e non occupa praticamente spazio. Ma nel dubbio, può salvare l'intero viaggio in bikepacking! Non succede spesso, ma a volte il cavo del cambio si danneggia durante il tragitto. Sia durante il trasporto che a causa dell'urto con un oggetto tagliente (ad esempio uno spigolo di roccia), senza un nuovo cavo del cambio dovrete continuare a guidare "singlespeed", il che potrebbe significare la fine del vostro viaggio a seconda della topografia. Pertanto, la nostra chiara raccomandazione: un cavo del cambio di ricambio non può mancare nel vostro bagaglio.

 

Leva del cambio di ricambio

 

Lo stesso vale per questa piccola parte. I ganci del deragliatore posteriore sono gli elementi di collegamento tra il telaio e il deragliatore posteriore. Se sono piegati, gli ingranaggi saltano e non è più possibile un cambio preciso. Ciò avviene in tempi relativamente brevi perché i ganci del deragliatore sono deliberatamente piccoli "punti di rottura predeterminati" sul triangolo posteriore. In caso di guasto, è sufficiente sostituire questa piccola parte, il che è sempre meglio che piegare l'intero telaio. Soprattutto quando si fa bikepacking, è facile che la bicicletta si ribalti e finisca sul deragliatore posteriore - e basta!

 

Dato che quasi tutte le biciclette utilizzano il proprio deragliatore, è un azzardo quando si è in giro e si cerca di trovare un ricambio in un negozio di biciclette. È molto più semplice procurarsi in anticipo un gancio del deragliatore di ricambio e tenerlo nel kit di riparazione di emergenza.

Serratura a catena

Anche il lucchetto a catena fa parte della categoria "piccolo ma potente". Se la catena dovesse davvero rompersi, è possibile ripararla in pochi secondi e in modo assolutamente duraturo. La sfida più grande è probabilmente quella di non sbagliare il pezzo piccolo... E infine, ecco un consiglio speciale: mettete in valigia qualche fascetta. Non occupano spazio, non pesano quasi nulla e vi stupirete sempre di ciò che potrete riparare con loro!

Testo: Martin Donat

Fotos: Martin Donat, Tim Winterburn

commerciante

Trova la tua bici GHOST vicino a te

Ecco un elenco di tutti i rivenditori autorizzati GHOST. Inserisca il CAP o la città e clicchi su Cerca per visualizzare l’elenco di tutti i rivenditori più vicini.

Sulla pagina del rivenditore può vedere i modelli disponibili. Contatti direttamente il rivenditore per scoprire se la bicicletta dei suoi sogni è attualmente disponibile.

Attenzione: GHOST bikes non può garantire che le informazioni fornite siano aggiornate, corrette e complete. In caso di dubbio, contattare direttamente il rivenditore per scoprire se la bicicletta è ancora disponibile.

cerca rivenditore

Inserisci prima un indirizzo

ricerca del rivenditore
prenotare una bicicletta
prova una bici