Dealer
Login
it

Tom Wickles, team manager del nostro Factory Racing, è ossessionato dai colori. E dalla realizzazione di bici straordinarie. Così ha deciso di dare vita alla sua personale interpretazione della nostra LECTOR full suspension. Goditi i dettagli geniali.

  • Pilota Tom Wickles
  • Telaio GHOST LECTOR FS Superfit (Size L)
  • Escursione 120/120 mm
  • Sospensione RockShox RS1 RLC / Deluxe RT3 Trunnion 165/45
  • Ruote Bikeahead Biturbo RS1/ Boost / 29″ / Carbon
  • Pneumatici Maxxis Rekon Race 2,35″ /Aspen ST 2,4″ 170 TPI / Pepi’s Tire Noodle Revolution / 1,3 and 1,5 Bar
  • Manubrio Bikeahead TBD
  • Freni SRAM Level ULT / 160 mm discs
  • Deragliatore posteriore SRAM XX1 AXS HOPP Carbon with Zirbel Shifter and Blipbox

Questo è il nuovo giocattolo di Tom. Dopo aver realizzato la hardtail LECTOR SuperFit dello scorso anno, era giunto il momento di ripartire da zero con l'ultima aggiunta alla scuderia di GHOST: la LECTOR SuperFit full suspension. Due anni fa, mentre guidava sull'autostrada tedesca, superò una BMW rivestita di alluminio. E da qui il lampo di genio. Un "unicorno" cromato nacque finalmente nell'aprile 2021.

L'obiettivo del progetto era creare la bici con sospensione integrale da XC dei suoi sogni. Tom non è amante delle convenzioni. Del colore invece sì, nel caso in cui non ve ne siate accorti. E tirare fuori una o due novità sulla bici, come aspirante atleta tra quelli della Coppa del Mondo, valeva davvero la pena.

Tom Wickles: Il design ricorda la prima hardtail che alcuni potrebbero aver già visto. Da allora i miei gusti non sono cambiati molto. Dopo aver usato due SRAM Blip e il cockpit molto pulito, cercavo una soluzione più ergonomica. Guido ancora la hardtail e, a parte una rottura del cavo in un giunto di saldatura, non mi ha mai dato problemi. Ha diverse migliaia di chilometri alle spalle e la vernice sembra ancora ottima, anche se ci sono alcuni graffi e scheggiature a causa di un uso decisamente poco delicato. Ma tecnicamente, funziona ancora in modo impeccabile come il primo giorno.

Tuttavia, volevo provare qualcosa di nuovo. Continuavo a pensare che un cambio AXS avrebbe dovuto assomigliare a un cambio E-bike E7000 Steps , ma dal momento che non sono un elettricista la possibilità di realizzare qualcosa del genere non era nelle mie corde. A un certo punto mi sono imbattuto nel Zirbel Twister, che funziona con il Blipbox e ho ottenuto quel look pulito tanto desiderato. Funzionano alla grande, sono intuitivi e lasciano il manubrio pulito. I cavi (solo 2) e la testa del cavo del freno entrano nel telaio dove il Blipbox, avvolto in schiuma, è fissato dietro il tubo sterzo. Non eccezionale per la messa a punto del cambio e per la sostituzione della batteria, ma almeno il risultato è decisamente pulito. Ci sono Zirbel anche per Reverb AXS per Links, ma penso che l’aspetto degli 8-Pins sia semplicemente fenomenale ed è per questo che ho scelto il cavo extra sulla bici. Quindi, sono andato alla ricerca di una leva simile al cambio. Non sono ancora del tutto soddisfatto del risultato: qualcuno ha un'idea migliore? Il cavo lungo il freno non funziona di certo e sarebbe gradita una simile funzione di "twist" come il cambio. In questo modo, il cockpit sarebbe di nuovo relativamente pulito, soprattutto senza comando da remoto degli elementi della sospensione. A proposito di cockpit. Probabilmente avrete indovinato da dove viene e dove andrà. Personalmente trovo geniale l'integrazione del colore.

Trovare una RS1 senza comando da remoto non è stato così facile. Ma perché una vecchia RS1? Beh, guardate il risultato. Qualche anno fa eravate abituati al look che, in qualche modo, appare oggi proprio come quando è uscito per la prima volta, almeno per me. Una decisione chiaramente visiva, la prestazione era già eccezionale allora. Ci sono forcelle più sicure e più rigide ma le Biturbos ben compensano. Per quanto riguarda l’ammortizzatore, avrei dovuto ascoltare il nostro reparto R&D: mi hanno detto che "solo l’ammortizzatore SID va bene". Questo ammortizzatore funziona alla grande, ma era disponibile solo con comando da remoto. Ecco perché ho deciso diversamente, solo per rendermi conto che la valvola stava colpendo il telaio. Carteggiare la vernice non era un'opzione, quindi ho accorciato la valvola e il nucleo della valvola. Non consigliato, soprattutto perché il tuning funziona solo con una pompa da tuning quando è stata smontata. Ma presumo che questo non sarà necessario tutti i giorni.

A parte questo, la bici non aveva bisogno di più colore, drive nero, Candys neri (ma mi sento davvero di installare assi dorati), SLR Tekno Flow nera di Selle Italia, porta borraccia XLC nero (il mio preferito!) e impugnature ESI nere (Racers Edge con una superficie appositamente lavorata). Qualcos'altro di speciale? I freni sono leve Guide Ultimate combinate con pinze freno Level . La potenza frenante dei freni XC è piuttosto sufficiente, ma trovo geniale la regolazione del punto di pressione delle leve senza attrezzi. Le coperture HOPP sono semplicemente eleganti e belle. Le leve sono fissate con fascette in carbonio minimaliste: funzionano incredibilmente bene! Una chicca personale è il deragliatore posteriore, anch'esso con parti in carbonio HOPP - almeno l'aggiornamento. Il peso non è un fattore importante sulla mia bici, ma non c'è davvero nulla di più personalizzato, con tanta attenzione ai dettagli, come la messa a punto di un deragliatore posteriore AXS. Funziona perfettamente come l'originale.

 

Le ruote sono Biturbos standard, che il team utilizza da circa un anno. Posso attestare la durata della hardtail da un po’ di tempo ormai e posso anche dire che non me la sono presa comoda. Lo stesso vale per le nostre ragazze, non un solo difetto da segnalare. Le combiniamo con Pepi’s Tire Noodle in rosa, che fornisce una buona protezione per la flangia del cerchio, ma lascia comunque un cuscinetto d'aria e quindi riduce la resistenza al rotolamento. Stessa cosa qui. Gli pneumatici sono Maxxis Rekon Race e Aspen ST incl. 2.35/2.4, stessa larghezza standard della produzione in serie.

E il reggisella? Vistosamente poco appariscente con un sacco di corsa (non ho misurato, ma praticamente l'intero palo è retrattile) e ottime prestazioni. È richiesta una forza operativa minima e funziona esattamente come dovrebbe. Inoltre, sembra anche molto pulito e ordinato, e anche elegante.

Mi chiamo Tom Wickles e sono il team manager del GHOST Factory Racing Team. Ho anche corso in gare di XC, maratone, gare di enduro e occasionalmente su strada per molti anni. Quando ho raggiunto il mio limite personale, ero pronto a smettere. La passione per il XC è sicuramente rimasta la stessa e circa 10 anni fa ho avuto la possibilità di trasformare il mio hobby in un lavoro e sono approdato al mio attuale incarico, dopo tanti anni in un negozio di biciclette e dopo essermi laureato in economia. Tutto questo mi permette di essere ancora molto vicino a questo sport.

Foto e testo: Irmo Keizer // Attention Builders

commerciante

Trova la tua bici GHOST vicino a te

Ecco un elenco di tutti i rivenditori autorizzati GHOST. Inserisca il CAP o la città e clicchi su Cerca per visualizzare l’elenco di tutti i rivenditori più vicini.

Sulla pagina del rivenditore può vedere i modelli disponibili. Contatti direttamente il rivenditore per scoprire se la bicicletta dei suoi sogni è attualmente disponibile.

Attenzione: GHOST bikes non può garantire che le informazioni fornite siano aggiornate, corrette e complete. In caso di dubbio, contattare direttamente il rivenditore per scoprire se la bicicletta è ancora disponibile.

cerca rivenditore

Inserisci prima un indirizzo

ricerca del rivenditore
prenotare una bicicletta
prova una bici